Business Plan

Vuoi realizzare il tuo business plan ma non sai da dove cominciare? Hai una passione, un hobby che vorresti trasformare nel tuo lavoro ma non sai come? Sono molte le donne che ogni mattina si svegliano pensando di rivoluzionare le proprie vite, di fare finalmente il grande salto, lasciare quel lavoro noioso ed abitudinario in azienda e dedicarsi alla costruzione del proprio business. Poi però non ne hanno il coraggio, non sanno come fare o richiudono il cassetto dei propri sogni pensando sia impossibile realizzarli. Ecco, è proprio in questo momento che bisogna fare un piccolo sforzo in più per capire se la nostra idea è valida o meno e se può può essere realizzata. Metterla per iscritto e dargli una struttura e una strategia sono i primi passi per capire se il nostro è solo un hobby o un potenziale business di successo. 

Potresti pensare che non sia necessario perché hai deciso di iniziare in piccolo, con un blog o sfruttando il potere di Instagram. Soprattutto perché è difficile passare da una visione passionale ed emotiva del tuo progetto a fatti concreti, numeri, costi e previsioni finanziarie. (Che noia!) Cerca quindi di semplificare e di vedere il business plan come un mezzo per arrivare dal punto A al punto B – dove il punto B dovrebbe rappresentare ovviamente il nostro successo, la nostra felicità, tanti soldi e tante borse nuove. 

Ricorda che in primo luogo il tuo business plan non è destinato a investitori o banche.

È per te.

È una tabella di marcia per dare vita alla tua visione.

La tua tabella di marcia per il tuo successo.

Nella fase iniziale della strutturazione del business plan la tua visione potrebbe diventare sfocata e confusa ed è facile perdersi. Ecco quindi alcuni suggerimenti da applicare prima di iniziare la stesura del tuo piano che possono aiutarti a restare organizzata e focalizzata sul tuo obiettivo:

1. Prima regola: semplicità

Inizia in piccolo. Non hai bisogno di pagine e pagine di documenti, diagrammi, grafici e una presentazione piena di schemi, cerchi e tabelle.Concentrati sulle cose importanti: chi sei, cosa stai vendendo e come lo farai. In seguito potrai ampliare e aggiungere più dettagli.

2. Sii realista!

Tutti vorremmo pensare di poter fare tutto e in una sola volta, ma la realtà è ben diversa. Hai dei risparmi da investire? Se non ne hai come puoi procurarteli?  

Hai dei contatti utili? Quali sono gli impegni che ti porteranno via maggior parte del tuo tempo?

3. Studia & informati!

Informati sul tuo settore, sui tuoi concorrenti, sul tuo target, sui tuoi clienti e clienti potenziali. Più sarai informato su queste tematiche, e più precise sarannole tue proiezioni e le tue stime.

4. Imposta delle deadlines

Datti degli obiettivi temporali e cerca di rispettarli!  Stabilisci i traguardi che vuoi raggiungere da qui ad un anno. Non c’è niente di meglio del riuscire a spuntare come “fatti” gli obiettivi che hai messo nero su bianco sul tuo elenco di cose da fare.  – Ok, ok.. ci sono cose sicuramente migliori, ma questa rientra sicuramente in un livello molto alto. 

5. Via alla creatività!

Ricorda, il business plan è prima di tutto per te. Prova a renderlo più personale possibile, aggiungi immagini e contenuti che riescano a dare forma alla tua visione. Questo ti servirà a vedere con più chiarezza l’obiettivo finale e ti aiuterà a rimanere motivato.

 

Sei pronto per dedicarti a questo progetto e scrivere il tuo business plan? Facciamolo!

 

Settimana prossima vedremo nello specifico come va strutturato un business plan!

Stay tuned !

Post a Comment

Accetto la Privacy Policy