Alexandria Ocasio-Cortez

In questo periodo difficile abbiamo sentito la necessità di dedicare la cotta di oggi a una donna che come nei film è riuscita ad emergere da un quartiere problematico, a far sentire la sua voce e a spodestare il più classico detentore del potere: un uomo bianco. Parliamo di Alexandria Ocasio-Cortez, 31enne, latina e con una storia incredibile di rivalsa e determinazione.

La storia incredibile di Alexandria Ocasio-Cortez

Alexandria Ocasio-Cortez nasce a New York il 13 Ottobre 1989 da genitori originari di Puerto Rico. Cresce nel Bronx, quartiere difficile e abitato principalmente da popolazione ispanica e afroamericana. Il padre di Alexandria morì di cancro ai polmoni a 48 anni, quando lei era al secondo anno di college. Sua madre faceva la domestica e puliva le case per mantenere i suoi due figli. Ma i soldi non erano abbastanza e dopo essersi laureata, la Ocasio-Cortez voleva aiutare, così si è ritrasferita a casa nel Bronx e ha iniziato a lavorare, passando da cameriera a barman. Nell’ambiente era conosciuta come Sandy, e  questo lavoro le ha permesso di stringere molte amicizie, costruirsi una rete di supporto e gettare così le basi per quello che sarebbe accaduto di lì a poco. 

Da barman a Membro della Camera dei Rappresentanti di New York

Durante gli anni di università Alexandria Ocasio-Cortez ha sempre dimostrato una naturale fiducia quando parlava alla folla. Si è sempre dedicata all’attivismo politico: quasi ogni venerdì pomeriggio per esempio, nel campus, conduceva discussioni con gli studenti sulle tematiche più scottanti. Poco dopo il giorno delle elezioni del 2016, il fratello minore di Ocasio-Cortez, Gabriel, ha inviato il suo nome al Brand New Congress, un gruppo che recluta candidati per la Camera e il Senato. Un leader della BNC la chiamò all’improvviso chiedendole di candidarsi per il Congresso degli Stati Uniti nel 14° distretto di New York. Alexandria aveva 27 anni. Così alle primarie del 2018 decise di sfidare Joseph Crowley , candidato del Partito Democratico imbattuto per quasi 20 anni. Il 26 giugno Ocasio-Cortez ha scioccato il mondo politico americano (e non solo) prevalendo con il 57,13% dei voti e diventando la donna più giovane ad essere letta al congresso.

Qual è stata la sua strategia?

Ocasio-Cortez attribuisce ai social media la forza e la riuscita della sua ascesa. Sin dai primi giorni della sua campagna, ha sfruttato al massimo tutte le piattaforme per sviluppare una relazione con i suoi seguaci, affinare il suo messaggio. Inoltre le ha dato la possibilità di eludere i media tradizionali e controllare e dominare le notizie, portando l’attenzione verso una fetta di popolazione che viene tradizionalmente ignorata. Usa i social media come un’influencer o lifestyle blogger, parla come una persona normale. Descrive in dettaglio le sfide che deve affrontare e fornisce consigli. Migliaia di persone si sintonizzano per guardarla parlare di politica nei suoi live su Instagram. Ocasio-Cortez parla direttamente ai giovani, agli immigrati e alle persone di colore, gli elettori non tradizionali: ha reso la politica accessibile a tutti. La sua influenza è arrivata a livelli talmente alti che al momento i giovani elettori, in particolare le donne, sono più inclini a sinistra di quanto non siano stati in decenni. 

 

Vuoi trovare ispirazione leggendo altre storie di donne di successo? Clicca quì

Post a Comment

Accetto la Privacy Policy