Inserita da Forbes al 13esimo posto tra le 100 Celebrities più ricche del 2019, non potete non conoscere la cotta di questa settimana: J.K. Rowling la mamma del mago più famoso del mondo. Molti non sanno peró che l’autrice ha scritto il suo primo libero in un periodo in cui lei stessa si definiva un fallimento e che il primo capitolo della famosa saga é stato rifiutato da moltissime case editrici prima di arrivare nei negozi e diventare un successo mondiale. 

Biografia e inizio carriera

Joanne Kathleen Rowling nasce in Inghilterra nel 1965 e a soli sei anni scrive il suo primo racconto, ‘Rabbit’. Durante il periodo scolastico conosce numerose persone che ispireranno diversi personaggi della saga di Harry Potter: il preside delle elementari diventa Albus Silente; il suo migliore amico sarà ispiratore di Ron Weasley; e il suo professore di chimica si trasformerà nel personaggio di Severus Piton.

Finita l’universitá, nel 1986 Joanne si trasferisce a Londra dove lavora per Amnesty International come ricercatrice. Quattro anni dopo, su un treno in ritardo per Londra, nasce l’idea per un libro che racconta la storia di un giovane mago che prende un treno magico per andare alla sua scuola di magia. Nello stesso anno purtroppo la madre di Jo muore a causa di una grave forma di sclerosi e lei, distrutta, abbandona il progetto del libro.

Agli inizi degli anni 90 si trasferisce in Portogallo dove conosce e sposa un giornalista dal quale avrá la sua prima figlia. Purtroppo il matrimonio non dura e, a pochi mesi dalla nascita di sua figlia, Jo si vede costretta a tornare in Inghilterra, sola, senza lavoro e senza una casa. Si trasferisce in Scozia in cerca di fortuna e di un posto dove ricominciare, ma per lei inizia un periodo particolarmente difficile, segnato da una forte depressione, in cui riesce a sopravvivere solo grazie ai sussidi statali. In questo periodo buio della sua vita Jo si dedica alla scrittura del suo primo libro, usandolo come una cura per la sua depressione. 

La pubblicazione del primo libro e la scalata al successo

Nel 1995 Jo termina il primo romanzo, Harry Potter e la Pietra Filosofale, e dopo 12 tentativi andati male, nel 1997, una casa editrice allora non molto conosciuta, la Bloomsbury, finalmente accetta di pubblicare il manoscritto. Jo scegli di firmarsi J.K. Rowling perché la K era l’iniziale del nome della nonna. In pochissimo tempo Harry Potter e la pietra filosofale raccoglie i consensi di un vasto pubblico di bambini e adulti.

Dopo il primo romanzo Jo pubblica rapidamente altri 3 capitoli che non fanno altro che confermare il successo della saga, facendo vincere alla sua creatrice lo Smarties Prize per tre volte di fila. Nel 2000 arriva il quarto libro pubblicato simultaneamente in Inghilterra e negli Stati Uniti. Harry Potter e il calice di fuoco supera i record di vendita in entrambi i paesi con oltre 3 milioni di copie vendute in soli due giorni. Joanne viene eletta “autore dell’anno” ai British Book Awards. 

Negli anni seguenti la Rowling si sposa e pubblica altri 3 capitoli della saga più famosa del mondo, accumulando un successo dopo l’altro. Il settimo e attesissimo ultimo capitolo della serie, Harry Potter e i Doni della Morte, nel giorno dell’uscita vende 20 copie al secondo in Gran Bretagna. Il capitolo finale supera tutti i record con 72 milioni di copie vendute in tutto il mondo nel primo fine settimana e diventa il libro più venduto nella storia dell’editoria.

In poco più di 11 anni J.K. Rowling diventa più ricca della regina Elisabetta (tornando al secondo posto dopo aver devoluto una grossa parte dei suoi guadagni in beneficenza) e Harry Potter è il mago più famoso del mondo, grazie anche alla famosissima saga cinematografica. Chiuso il capitolo magia, Joanne pubblica altri libri (stavolta sono dei gialli) sotto diverso pseudonimo, anch’essi di grande successo.

Nel 2010, Joanne è la donna più influente del Regno Unito, piazzandosi davanti a Victoria Beckham e la Regina Elisabetta II. 

 

Nessun incantesimo o formula magica dietro il successo di J.K. Rowling, ma solamente tanto impegno, fatica e determinazione.

 

Potete trovare altre cotte cliccando quì

Pic © 21secolo.news

 

Post a Comment

Accetto la Privacy Policy