Pinterest Coach

E’ di nuovo tempo di interviste, e oggi parliamo con Valentina: Pinterest Coach e Social Media Manager. Valentina parte con una formazione in un ambito diverso, quello dell’arte. Si appassiona però presto al mondo social e decide di farne la sua carriera, specializzandosi in un ambito molto interessante e probabilmente ancora poco sfruttato in Italia: stiamo parlando di Pinterest. Tutto questo da autodidatta e da neomamma, dimostrando che con un sogno ben definito e determinazione possiamo ottenere tutto.

Qual è la tua attuale occupazione?

Lavoro come social media manager freelance, più precisamente sono specializzata in Instagram e Pinterest Marketing. Mi occupo della gestione diretta di profili per clienti solo di Pinterest, poi lavoro tramite consulenze e percorsi di coaching.

Quali sono stati i tuoi studi/formazione, è stato utile per quello che fai ora?

Sono laureata in storia dell’arte, curriculum contemporaneo. Sembra distante da quello che faccio e ho dovuto ovviamente, e lo faccio tuttora, aggiornarmi e approfondire le mie conoscenze in materia di social media con corsi e masterclass, ma in realtà quello che ho imparato all’università mi serve per lavorare con professioniste del mondo dell’arte, cosa che faccio sempre con molto piacere.

Cosa ti ha ispirata e motivata nella creazione del tuo business/lavoro?

Mi hanno ispirato grandi marketer oltreoceano che seguo da molto tempo e il loro stile di vita da digital nomads, ho sempre sognato di lavorare da qualsiasi posto con il mio computer e un buon wifi. Chi ha creduto nel mio progetto fin dall’inizio quando quasi nessuno credeva sarebbe diventato il mio lavoro full time è stato il mio compagno Marco che mi ha incoraggiata regalandomi i primi attrezzi del mestiere: startphone e computer.

Quali sono stati gli step iniziali per mettere in moto la  tua attività?

Gli step iniziali sono stati principalmente due: 1) metterci la faccia nonostante la paura del giudizio dicendo a tutti, dal vivo e sui social, che stavo iniziando un nuovo capitolo lavorativo, anche se all’inizio era ancora una piccola attività “extra” 2) dare vita al mio sito, nonostante le mie poche conoscenze in materia (Santo Wix!) e farlo con determinazione in pieno periodo notti in bianco da neo mamma 🙂

Quali sono le abilità/caratteristiche/capacità necessarie per intraprendere questa carriera?

Oltre alle conoscenze specifiche della materia, che richiede un aggiornamento costante, la gentilezza sempre, con i clienti o potenziali tali, a lungo termine ripaga sempre, anche con i personaggi più insopportabili e al tempo stesso una buona dose di faccia tosta per imparare a chiedere senza vergognarsi ma anche a dire di no quando capisci che con una certa persona non puoi svolgere al meglio il tuo lavoro e alla fine sareste insoddisfatti entrambi.

Quali sono gli strumenti ai quali non puoi rinunciare nel tuo lavoro?

Naturalmente pc, smartphone e wifi ma mi sono trovata a farmi bastare anche solo lo smartphone e risolvere emergenze solo con quello ovunque mi trovassi. Non ti elenco qui tutta la serie di app che il mio contiene, gratuite e a pagamento.

In che modo sei riuscita a far crescere la consapevolezza per quello che fai e a trovare quindi nuovi clienti?

In questo mi aiuta tantissimo Instagram, è il canale giusto per far conoscere la propria personalità, i valori e il modo di lavorare e allacciare relazioni importanti per crescere e allargare il proprio pubblico.

Quali sono state le sfide e le difficoltà maggiori che hai dovuto affrontare e come le hai superate?

Mi riallaccio a una delle domande precedenti: sicuramente la sfida più grande è stata vincere la paura del giudizio e la paura di fallire capendo che fare degli errori è l’unico modo per avere successo, se non inizi a fare qualcosa non sbaglierai ma di sicuro non otterrai niente di nuovo

Parlaci della tua routine quotidiana, hai qualche abitudine particolare che stimola il tuo successo?

Certo, la mia morning routine prevede sveglia verso le 6-6.30 quando ho ancora la possibilità di godere del silenzio in casa prima che tutti si sveglino (non sempre sono così fortunata), colazione con il mio baby boy, tanto tè verde e passeggiata all’aria aperta ascoltando podcast stimolanti. La giornata prosegue con lavoro mentre lui gioca o fa il sonnellino pomeridiano e sempre musica di sottofondo, in genere classici jazz per mettermi di buon umore.

Come fai a conciliare vita (casa, bambini, studio) e lavoro?

Senza l’aiuto della famiglia non potrei farlo!

Come fai a restare motivata?

La motivazione non può mancare, anche nei giorni in cui sono più stanca. La tengo sempre alta pensando alla ragione profonda per cui faccio questo lavoro, oltre alla vita da freelancer che mi piace e mi consente di gestire lavoro e famiglia al meglio, sentirmi utile aiutando altre donne a realizzare i loro progetti usando i social mi dà gioia, mi rende felice.

Come ti differenzi dai tuoi competitor?

La mia nicchia è già abbastanza particolare, Pinterest è  molto usato ma poco conosciuto lato marketing in Italia e poi mostrandomi per quella che sono, la vita che faccio e i miei valori.

Se potessi tornare indietro a quando hai iniziato il tuo business, cosa diresti a te stessa?

Buttati prima!!!

Il miglior consiglio che ti abbiano mai dato?

Quello che diceva sempre uno dei miei precedenti datori di lavoro, non con queste parole ma il succo era: “pensa a risolvere la situazione attuale, pensa al momento presente e fai quello che puoi per risolvere il problema, non scaricare la colpa su altri o sulle circostanze”

Cosa consiglieresti a chi vuole intraprendere questa strada? Cosa consiglieresti a chi vuole realizzare il suo sogno/cambiare vita?

Chiarisci le idee trovando la tua nicchia e la tua specialità, calcola l’investimento necessario (in termini economici per attrezzature e formazione e di tempo) e fidati della tua idea senza aspettare il consenso degli altri!

La tua citazione preferita?

Ultimamente il mio mantra è

Done is better than perfect!

 

 

Dove puoi trovare Valentina:

Post a Comment

Accetto la Privacy Policy